Brisighella-stemmaBrisighella
La Fiesole di Romagna

Comune di BRISIGHELLA
(Provincia di Ravenna)
Altitudine
m. 115 s.l.m.
Abitanti
7490 (350 nel borgo)

info turismo
Ufficio Informazioni, Piazzetta Porta Gabolo, 5
tel./fax 0546 81166  |  iat.brisighella@racine.ra.it
www.comune.brisighella.ra.it
www.terredifaenza.it
www.brisighella.org

Lo spirito del luogo

Brisighella-stemmaIl nome
Nei documenti antichi sono varie le grafie – da Braxeghella a Brissichella e dal 1550 Brisighella così come diverse sono le interpretazioni del toponimo. Alcuni studiosi lo collegano alla base celtico longobarda brix (luogo scosceso); altri propongono il tardo latino brisca (terra spugnosa) e altri ancora ritengono che derivi da brassica (cavolo), una pianta spontanea diffusa in passato nella zona.

 

La storia
1290, Maghinardo Pagani da Susinana erige a scopo difensivo, contro i Manfredi di Faenza, una piccola rocca su un pinnacolo di gesso all’imbocco della valle del Lamone.
1310, i Manfredi, occupato il territorio, erigono una rocca, più ampia e munita, su un secondo vicino picco di gesso; ai piedi della rocca si forma il borgo che mezzo secolo dopo conta circa 200 abitanti.
1410, la valle del Lamone è eletta contea con capoluogo Brisighella, che si dota di propri statuti.
1503, dopo una breve occupazione da parte di Cesare Borgia, Brisighella cade sotto il potere dei Veneziani che rinforzano la rocca dotandola di un imponente torrione e di una forte guarnigione.
1509, nonostante gli apparati di difesa, Brisighella nulla può contro le truppe del Papa che saccheggiano il borgo e la rocca. A parte la breve parentesi napoleonica, dal 1509 fino al 1860 Brisighella appartiene allo Stato Pontificio. Un lungo periodo senza grandi sconvolgimenti che consente un forte progresso economico e sociale grazie alla produzione di sete pregiate, carbone di legna, castagne (marroni) che attraverso i mercanti veneziani arrivano fino in Oriente. Anche i manufatti di lana, in particolare i berretti, molto richiesti sui mercati di Firenze e Bologna, e i prodotti della terra, come l’olio d’oliva, contribuiscono alla prosperità del borgo, che con il tempo si espande al di fuori delle mura.
1860, con la sconfitta degli Austriaci, Brisighella, come tutta la Romagna, passa all’Italia.
1944-45, il luogo è teatro di violenti scontri tra le truppe partigiane e i nazifascisti. Il 10 aprile 1945 lo sfondamento della linea difensiva tedesca sul fiume Senio apre alle forze alleate la strada verso la pianura padana.

Le ginestre, gli olivi, i cipressi, i colli, le atmosfere nebbiose o notturne, il paesaggio innevato, i vicoli silenziosi del villaggio nei meriggi d’estate, l’alba e il crepuscolo, il mutare dei colori al passo con le stagioni, la vita domestica che s’intuisce dalle luci accese nelle case. Brisighella è il mondo di luce tenue rappresentato da Giuseppe Ugonia (1881-1944), faentino di nascita, che del borgo fece la sua patria e la fonte ispiratrice del suo lavoro d’artista. Attraverso acquerelli, incisioni e litografie, Ugonia ha cantato questa “Fiesole di Romagna”, la sua rocca, le chiese, la campagna e la sua gente, trasfigurando poeticamente e con una tecnica raffinata il microcosmo, le atmosfere, i paesaggi in cui aveva deciso di vivere e dai quali non si sarebbe più allontanato, nonostante la fama internazionale acquisita. Sui colli fra nebbie e ginestre: l’idea di Brisighella è custodita come dentro uno scrigno nelle delicate litografie del suo artista. I lavori di Ugonia sono conservati al British Museum di Londra, a Washington, Ginevra, Roma, Firenze e, in numero di circa 400, presso il Museo Civico di Brisighella a lui dedicato.

Il borgo è addossato a una rupe gessosa e sovrastato da tre scogli di selenite sui quali si ergono la Rocca, la torre dell’Orologio e il Santuario del Monticino.
Sul lato opposto era difeso da due linee concentriche di mura ancora percepibili nelle abitazioni che le hanno inglobate. All’interno della parte storica, l’atmosfera medievale è conservata nel saliscendi di strade e viuzze, negli edifici maestosi come nelle case basse e arroccate, nei vicoli in ombra, negli angoli nascosti, nelle piazze e nei cortili animati nei giorni di festa e di mercato. Il cuore del borgo, magico nella quiete notturna, è piazza Marconi, sulla quale si affacciano palazzo Maghinardo, sede del municipio, e l’originalissima via del Borgo, detta anche via degli Asini. Si tratta di una strada sopraelevata, coperta, illuminata da archi a forma di mezzaluna di differente ampiezza, unica al mondo. Nata nei secoli XII e XIII come baluardo di difesa, in seguito fu utilizzata dai birocciai che abitavano nei locali sovrastanti per il trasporto del gesso a dorso d’asino dalle cave poste nella valle circostante. Questi lavoratori avevano i “cameroni”, cioè le stalle per le bestie, di fronte agli archi, mentre le loro abitazioni erano poste nel piano superiore. I carri da trasporto (birocci) erano collocati invece nella piazza sottostante. Sovrasta il borgo la torre dell’Orologio, che fu il primo baluardo di difesa, risalente al 1290. Ricostruita nel 1548, venne danneggiata più volte e ridimensionata nella forma attuale nel 1850. Nel vicinissimo scoglio di selenite si erge la rocca manfrediana, sorta per il controllo della valle del Lamone. Il complesso di questa fortezza si compone del cosiddetto Torrione veneziano (inizi secolo XVI) e del trecentesco Torricino, edificato dai Manfredi di Faenza. Oggi, riportata a nuovo splendore, la Rocca costituisce un pregevole esempio dell’arte militare del Medioevo. Attualmente è sede del Museo della Civiltà Contadina. Dagli spalti della fortezza si ammira un bellissimo paesaggio, così come dal santuario del Monticino, risalente al XVIII secolo, posto sul terzo colle, un tempo noto come Calvario.
Da lì, la vista spazia sul borgo sottostante e sull’intera valle, fino ai confini con la Toscana.
All’interno dell’abitato, appena fuori dell’antica linea delle mura, si trova la collegiata dedicata a San Michele Arcangelo e ultimata nel 1697. La facciata, modificata di recente, è impreziosita da un portale in bronzo, opera dello scultore Angelo Biancini. All’interno si possono ammirare il crocifisso scolpito in legno d’olivo del secolo XVI e l’altare in scagliola policroma di gusto neo-barocco dedicato alla Madonna delle Grazie, rappresentata in una tavola lignea del XV secolo La collegiata conserva anche una magnifica Adorazione dei Magi, tavola dagli squillanti colori del pittore forlivese Marco Palmezzano (secolo XVI) proveniente dall’antica Pieve di Rontana.
Al limitare dell’abitato, lungo la strada che porta a Firenze, sorge la chiesa dell’Osservanza, eretta nel 1525 in nome di Santa Maria degli Angeli. All’interno sono conservate ceramiche di validi artisti e una Pietà del brisighellese Giuseppe Rosetti, detto il Mutino (1864-1939). La chiesa è ricca di stucchi del 1634 e sopra l’altare maggiore esibisce una bella tavola del Palmezzano. Proseguendo lungo la strada per Firenze, troviamo, poco fuori il paese, la pieve del Tho.
Le sue origini sono comprese tra VIII e X secolo. È dedicata a San Giovanni Battista ed è detta in Ottavo, o più brevemente del Tho, perché collocata all’ottavo miglio della strada romana che congiungeva Faenza con la Toscana.
È un affascinante edificio in stile romanico, a pianta basilicale, a tre navate, divise da archi che poggiano sopra undici colonne di marmo grigio e una di marmo di Verona, molto diverse fra loro come spessore e larghezza (forse di materiale di reimpiego di un preesistente tempio dedicato al dio Giove Ammone). Un miliare romano, un paliotto in arenaria del secolo VIII, affreschi che vanno dal XIV al XVI secolo, un capitello corinzio (acquasantiera) del primo secolo d.C. testimoniano la complessa storia di questo importante luogo di culto.

Guarda tutti i video sulla pagina ufficiale Youtube de I Borghi più belli d’Italia.

Piaceri e Sapori

Passeggiate a piedi, a cavallo, in mountain bike, piscina, bagni termali (la stagione termale va dal 3 maggio al 13 novembre; per informazioni: tel. 0546 81068 – 800 216111, www.termedibrisighella.it).

Nei pressi dell’abitato di Brisighella si trova un moderno stabilimento termale che utilizza acque sulfuree e salsobromoiodiche che trovano applicazione in tutta la gamma della tradizione termale. Brisighella ha inoltre fama di buona cucina, grazie all’uso sapiente dei prodotti del territorio.

Museo Civico “Giuseppe Ugonia”: via Porta Gabolo 6, tel. 0546 85777, chiusura annuale 1 Gen./25 Dic. Raccoglie litografie, incisioni e acquerelli di Giuseppe Ugonia (1881 – 1944), oltre a tele del Guercino e di Nicolò Paganelli.

Museo all’aperto dell’Olio di Brisighella: è un museo che si snoda tra le piante di olivo, all’interno dell’areale dove si produce l’extra vergine D.O.P. Brisighello, tel. 0546 81103.

Parco Museo Geologico “Ex Cava del Monticino”:
attraverso il recupero ambientale di una cava dimessa adibita all’estrazione del gesso, è stato realizzato un Parco-Museo che si propone di rendere visibili le emergenze geologiche della Vena del Gesso Romagnola, tel. 0546 681585.

BRISIGHELLA 2017 – un Anno di Appuntamenti

Il 2017 è stato definito dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo “l’Anno
dei Borghi in Italia” per valorizzare il patrimonio artistico, naturale e umano di luoghi
definiti nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo come una componente determinante dell’offerta culturale e turistica del Paese all’interno di  Brisighella è a pieno titolo in questo progetto essendo uno dei Borghi più belli d’Italia. Inoltre è una terra ospitale ricca di eventi, tradizioni, sapori e bellezze architettoniche e naturalistiche per vivere esperienze e raccontare tradizioni e cultura del territorio. Seguici su http://www.brisighellaospitale.it/, ma
soprattutto vieni a trovarci e condividi con #brisighellaospitale !!!

DA PASQUA….. A NATALE
presenta
BRISIGHELLA 2017 – un Anno di Appuntamenti
www.brisighella.org

APRILE
Dal 9 Aprile al 10 Giugno 2017 – “Grotte Meravigliose Segrete della Vena del Gesso
Romagnola”
Il giorno 9 Aprile alle ore 16 presso il CENTRO CULTURALE ”M.GUADUCCI” di Zattaglia verrà inaugurata la Mostra Naturalistica ”Grotte:meraviglie segrete della Vena del Gesso”. La mostra,curata dalla Federazione Speleologica Regionale ER e dal Centro è inserita nel più ampio percorso “Da Zattaglia a Pompei” Progetto UNESCO al fine di ottenere l’inserimento dei Gessi della Vena nel “PATRIMONIO DELL’UMANITA’”. La mostra resterà aperta dal 9 Aprile 2017 al 10 Giugno 2017 aperto domenica e festivi
dalle 15 alle 18,30 per Info.Bar GIESSE tel 0546 015154
Le grotte del Parco Regionale della Vena del Gesso sono un mondo buio e
nascosto, e tuttavia straordinario. Ci sono cavità lunghe alcuni chilometri e profonde
oltre 200 metri: è un alternarsi di corsi d’acqua, gallerie, sale, pozzi e cunicoli con diffusa
presenza di concrezioni, erosioni, e riempimenti unici nel loro genere.
La Grotta Tanaccia di Brisighella, una tra le più belle e conosciute grotte dell’intera Vena
del Gesso romagnola, presenta un percorso ipogeo con ambienti suggestivi arricchiti da
interessanti fenomeni carsici; è possibile visitarla tutto l’anno, con esclusione del periodo
invernale per tutelare il letargo dei pipistrelli. E’ aperta al pubblico da aprile e ottobre.
Visitabile solo con guida speleologica e su prenotazione. Vengono forniti il casco con
impianto di illuminazione e la tuta da speleologo. E’ necessario essere provvisti di
scarponcini o stivali personali e di abbigliamento adeguato. Per info e prenotazioni:
Ivano Fabbri ivanofabbri@alice.it – tel. 0546.80628
Venerdì 14 Aprile 2017 – “VIA CRUCIS VIVENTE”
Zattaglia ci regala come da tradizione del Venerdì Santo la Via Crucis Vivente. Un
momento di preghiera e di forte partecipazione spirituale nel paesaggio unico delle alture
della Val Sintria che circondano il paese di Zattaglia, alle pendici di Monte Mauro, nel
cuore del Parco della vena del gesso romagnola. La rappresentazione è la riproposizione suggestiva di quadri viventi che rappresentano la passione di Cristo.
(Zattaglia – Frazione di Brisighella – Info: 0546/ 81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Lunedì 17 Aprile 2017 – “SAGRA DEI SALUMI STAGIONATI E DEL TARTUFO
MARZOLINO”
Il lunedì di pasquetta si apre con bancarelle di prodotti tipici, stand gastronomico e
intrattenimenti sotto l’ Antica Via degli Asini. Ecco i salumi, dopo la giusta stagionatura
e la lavorazione dei nostri famosi norcini brisighellesi, artisti/artigiani che portano avanti
uno dei valori più profondi della nostra tradizione. E il profumo del tartufo di Marzo (detto
Bianchetto) è il miglior compagno dei nostri sapori di primavera, frutto della terra sempre
ricca di sapori di Brisighella.
(Centro storico di Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 23 aprile 2017 “Giornata dello sport all’aria aperta”
Sono tante le occasioni per fare attività fisica nel comune di Brisighella, se a queste
aggiungiamo i bellissimi paesaggi e le peculiarità naturalistiche della Vena del Gesso
Romagnolo, ogni visitatore potrà scegliere il suo percorso preferito. Lo Sport sale in
piazza per giocare assieme grazie alla collaborazione delle scuole e delle associazioni
sportive locali, inoltre “la giornata dello sport all’aria aperta” nel centro storico di
Brisighella promuove anche il Parco di Nordik Walking, la ciclovia dei Gessi, il
percorso speleo in Grotta Tanacci, i sentieri CAI.
(Per info: ufficio cultura tel .0546 994415)
Domenica 23 e martedì 25 aprile 2017 – “Sagra della Spoja Lorda di Brisighella”
Bancarelle di prodotti tipici e dell’artigianato, stand gastronomico e intrattenimenti
musicali e animazioni accoglieranno quindi il pubblico alla scoperta di alcune eccellenze
gastronomiche tipiche di Brisighella, dove ogni stagione è caratterizzata da prodotti,
sapori, profumi che diventano protagonisti di sagre e di pietanze prelibate nei ristoranti del territorio. Domenica 23 e martedì 25 aprile sarà protagonista la Spoja Lorda, una pasta fresca realizzata con la sfoglia “tirata a mano”, sulla quale viene spalmato il delizioso “battuto” a base di formaggio fresco, parmigiano, uova e noce moscata e poi ricoperto da un’altra sfoglia. Nel corso della due giorni saranno presenti anche le “sfogline” che farannodimostrazioni di preparazione di Spoja Lorda con assaggi. Per tutte le giornate sarà in funzione anche il trenino panoramico per visitare il borgo e i colli di Brisighella. (Centro storico di Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Lunedì 25 aprile 2017 – “Festa della liberazione”
Una giornata di ricordi e festa immersi nella natura a Monte Romano, più precisamente
a Cà di Malanca – museo e centro residenziale sulla Lotta di Liberazione in Emilia-
Romagna.
http://camalanca.racine.ra.it/index.htm

MAGGIO
Domenica 30 aprile e lunedì 1 maggio 2017 – “LE PRIMIZIE DI PRIMAVERA E SAGRA
DELLA BRUSCHETTA ALL’OLIO DI BRISIGHELLA e “LA PASSEGGIATA DEI TRE
COLLI DI BRISIGHELLA”
Brisighella è celebre in tutta Italia, e anche a livello internazione, per il suo pregiato Olio
Extravergine d’Oliva DOP, che viene celebrato a fine novembre con un evento dedicato. In questa primavera, invece, la sagra valorizzerà una semplice ma sublime “pietanza” che ha come protagonista l’olio brisighellese: la bruschetta. Nella stessa occasione si gusteranno anche le “primizie di primavera”: verdure e legumi che si risvegliano dopo il lungo gelo invernale, portando sapore e salute alla nostra tavola. Degustazioni, bancarelle, stand gastronomico e intrattenimenti musicali per gustare i meravigliosi sapori di primavera delle colline di Brisighella. Lunedì 1 Maggio famiglie, giovani, bambini e amici possono anche riscoprire il piacere di stare insieme, passeggiare immersi nella natura godendo delle bellezze dei Tre Colli di Brisighella. Manifestazione non competitiva organizzata dal Circolo ANSPI “G.Borsi” con partenza ore 09,30 da via Fossa.
(Centro storico di Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Sabato 06 e Domenica 07 Maggio 2017 “BRISIGHELLA BORGO INDIE”
Due giorni (sabato 06 pomeriggio e sera – domenica 07 maggio) a Brisighella dedicati a
raccontare, e non solo a parole, un futuro che è già presente: lo sviluppo della creatività e della produzione, agricola e non,indipendente. Il tutto ponendo naturalmente l’accento
proprio sull’aggettivo “indipendente”, “indie” se contratto in inglese. Un luogo dove poter
degustare i prodotti della terra di vignaioli e artigiani proveniente da tutta Italia e Europa
che si confronteranno con i produttori locali, e attraverso incontri mirati per dialogare con
personalità delle arti, dello spettacolo e dell’enogastronomia.
http://www.borgoindie.it/
Domenica 07 Maggio 2017 “Alla Scoperta di orchidee, ginestre & Co”
Escursione gratuita al Centro Visita Cà Carnè con le Guide del Parco e dell’ Associazione Pangea dalle ore 15.30. Per info e prenotazioni tel. 0546/80628 e ivanofabbri@alice.it
Domenica 7 e 14 maggio 2017 – “SAGRA DEL CARCIOFO MORETTO DI
BRISIGHELLA”
Degustazioni, bancarelle, stand gastronomico e intrattenimenti musicali per festeggiare
il saporito Carciofo Moretto di Brisighella.Il “moretto” di Brisighella prodotto, che nasce
esclusivamente nei calanchi attorno al borgo, è una varietà rustica del classico carciofo,
sulla quale non sono stati fatti interventi genetici e ciò ha consentito di mantenere
inalterate nel tempo le caratteristiche e gli aromi originari, diversamente da altre varietà
largamente coltivate nel bacino del Mediterraneo.
(Parco G. Ugonia di Brisighella – Info: 0546/81166 –iat.brisighella@racine.ra.it)
Da Venerdì 12 al Lunedì 15 Maggio 2017 – “SAGRA DEL CINGHIALE DI ZATTAGLIA”
Menù da intenditori immersi nel panorama mozzafiato del Parco della Vena del Gesso
Romagnola per la Festa del cinghiale di Zattaglia, che anche quest’anno rallegra la collina faentina tra Brisighella e Casola Valsenio con musica, allegria e ottimi piatti della
tradizione locale a base di cinghiale.
(Zattaglia – Info: 339 7535077 festacinghialezatt@libero.it )
Domenica 14 Maggio 2017 “Dal Carnè a Rontana tra natura e archelogia”
Escursione gratuita al Centro Visita Cà Carnè con le Guide del Parco e dell’ Associazione Pangea dalle ore 15.30. Per info e prenotazioni tel. 0546/80628 e ivanofabbri@alice.it
Domenica 21 Maggio 2017 “Alla Scoperta del Castello di Rontana”
Escursione gratuita al Centro Visita Cà Carnè con le Guide del Parco e dell’ Associazione Pangea dalle ore 15.30. Per info e prenotazioni tel. 0546/80628 e ivanofabbri@alice.it
Sabato 27 maggio 2017 – “100 km del Passatore”
Competizione podistica di ultramaratona che si svolge annualmente da Firenze a Faenza passando per Brisighella.
(Partenza da Firenze e arrivo a Faenza www.100kmdelpassatore.it )

G IUGNO
2-3-4 giugno 2017 – RIVIVI IL MEDIOEVO ALLA ROCCA DI BRISIGHELLA
La Rocca di Brisighela prende vita. Un weekend lungo di memoria rievocando il
passato medioevale del nostro territorio, arricchito di eventi di rievocazione storica
e spettacolo. Durante i quattro giorni le compagnie d’armi ospiti si contenderanno il
secondo Trofeo Castrum Brisighellae, premio di singolar tenzone che vedrà valorosi
armati cimentarsi in duelli e non solo, al ritmo incalzante dei Tamburi Medioevali di
Brisighella. Sono previsti inoltre stand di gastronomia medioevale e mestieranti in
costume.
(Rocca di Brisighella – Info: 0546/81166 – www.festemedioevali.org)
Domenica 04 giugno 2017 – “TROFEO LORENZO BANDINI”
In centro storico a Brisighella l’ Oscar della Formula 1 in ricordo dell’illustre pilota di San
Cassiano di Brisighella. Il Trofeo Lorenzo Bandini riporta ogni anno la Formula 1 in Emilia-Romagna e questa nel mondo la sua enogastronomia, la sua tradizione e la sua passione per i motori. Il trofeo viene assegnato a una figura di spicco del mondo delle Formula 1, designata da apposito comitato.
http://www.trofeobandini.com/
Venerdì 9 – 16 – 23 – 30 giugno 2017 – “RECONDITE ARMONIE – Musica in Grotta”
Quattro concerti di musica classica in un luogo insolito. Nei quattro venerdì di giugno i
visitatori e gli appassionati potranno immergersi in un raffinato connubio fra musica e
natura, nella cornice suggestiva della Cava Marana di Brisighella immersa nel Parco
della Vena del Gesso Romagnola.
(Cava Marana di Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Sabato 24 giugno 2017 – “BRISIGHELLA ROMANTICA – un borgo a lume di candela”
10^ edizione della Notte Bianca dedicata agli innamorati, in uno dei borghi più belli
d’Italia. Il visitatore potrà passeggiare su petali di rose lungo le vie del borgo medioevale
avvolto in un’atmosfera seducente, tra luci soffuse di mille candeline, tra caffè concerti
e quadri animati. Nelle piazzette e negli anfratti più suggestivi del borgo si potrà cenare a
lume di candela, con menù an plein air sapientemente ideati per la serata.
(Centro storico di Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)

LUGLIO
Domenica 02 Luglio 2017 – “Un pezzettino dell’Alta Via dei Parchi: tra Carnè e
Zattaglia”
Escursione gratuita con partenza alle 15.30 dal Centro Visita Cà Carnè con le Guide del
Parco e dell’ Associazione Pangea dalle ore 15.30. Per info e prenotazioni tel. 0546/80628
e ivanofabbri@alice.it
I Mercoledì dal 5 luglio al 09 agosto 2017 – “LA MAGIA DEL BORGO: Chitarra e
altro… a Brisighella”
La rassegna, patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali e dalla Regione Emilia –
Romagna, si propone con raffinati appuntamenti di musica classica che porteranno, tutti i mercoledì, a Brisighella grandi maestri contemporanei di chitarra, pianoforte, violino e
strumenti antichi.
Oltre all’appuntamento fisso del mercoledì che si protrarrà fino al 15 agosto, “La Magia del Borgo” proporrà una serie di altri appuntamenti che spesso coincidono con i concerti finali dei corsi organizzati nell’ambito di seminari-master class.
(Chiesa del Suffragio di Brisighella – Info: 0546/994415 cultura@comune.brisighella.ra.it)
I Venerdì dal 07 luglio al 11 agosto 2017 – “VENERDì A BRISIGHELLA: SOGNO
D’ESTATE”
Nello straordinario palcoscenico naturale del Borgo medioevale ogni venerdì sera,
Brisighella presenta l’estate dove prenderanno vita una serie di situazioni che
trascineranno il visitatore in una dimensione onirica, alternativa alla frenesia e alla
monotonia della quotidianità moderna: dal Teatro all’aperto con una rassegna delle
migliori produzioni italiane di spettacoli rivolti ai più piccoli e alle loro famiglie; al
cinema in Piazza Carducci con le migliori pellicole “Amarcord”; mentre per le vie e le
piazze del borgo verrà allestita mostra mercato di arte-antichità e brocantage fra
piccoli concerti.
(Centro storico di Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Sabato e domenica 8/09 e 15/16 luglio 2017 – “FOGNANO A TUTTA FESTA”
Fognano, stand gastronomico, musica e fuochi artificiali per l’ultima serata. Ogni anno
nella vivace frazione brisighellese si svolge la ormai consolidata sagra paesana “A tutta
festa”, ospitata presso il circolo parrocchiale e negli stand gastronomici al coperto allestiti
per l’evento. I volontari possono contare sull’attrezzata cucina per preparare i tradizionali
piatti romagnoli, da gustare in uno splendido panorama di colline verdi e maestose di Val
Lamone.
(Fognano – Frazione di Brisighella – Info: 339.2633526 – www.anspifognano.it)
Domenica 09 Luglio 2017 – “Alla Scoperta di Roverelle e Biancospini”
Escursione gratuita al Centro Visita Cà Carnè con le Guide del Parco e dell’ Associazione Pangea dalle ore 15.30. Per info e prenotazioni tel. 0546/80628 e ivanofabbri@alice.it
Dal 19 al 22 luglio 2017 – “Birravezzanen – festa della Birra”
Birra di Monaco , cucina romagnola e tedesca, ballo sui tavoli con musica rock
rigorosamente dal vivo. La voglia di fare festa e la capacità organizzativa ha reso negli
anni Birravezzanen sempre più bella e divertente! La festa si svolge sempre nella terza
settimana di luglio dal mercoledì al sabato nel parco pubblico del centro sociale di Villa
Vezzano. La ricetta giusta è sempre quella: oltre all’ottima cucina con piatti tipici della
romagna ma anche qualche specialità tedesca e la fantastica birra Haker-Pshorr sempre
fresca, potrete trovare coinvolgenti spettacoli, balli sfrenati e tanta tanta voglia di divertisi
insieme in maniera sana e genuina.
(Villa Vezzano – Frazione di Brisighella – Info: 338. 5625533 – iluppoli@gmail.com)
Sabato 22 luglio 2017 – “BRISIGHELLA VINTAGE”
“Brisighella Vintage” è una serata glam dove vintage non è la nostalgia del passato ma
una strada nel presente, un divertente modo per mescolare stili e ricordare in modo
festoso gli gli anni 70. Per tutto il centro storico cene open air e degustazioni, bancarelle
vintage e musiche di un tempo rigorosamente a zampa d’ elefante e a fiori
coloratissimi. Le sonorità tipiche della disco anni 70 saranno protagoniste con il concerto
di una Tribute Band degli Abba in prima serata in Piazza Carducci ed a seguire si balla
con disco ’70 – ’80 dal vivo grazie alla musica dei Muppets.
(Centro storico Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 23 Luglio 2017 – “Un pezzettino dell’Alta Via dei Parchi: tra Carnè e
Zattaglia”
Escursione gratuita con partenza alle 15.30 dal Centro Visita Cà Carnè con le Guide del
Parco e dell’ Associazione Pangea dalle ore 15.30. Per info e prenotazioni tel. 0546/80628
e ivanofabbri@alice.it
sabato 29 e domenica 30 luglio 2017 – “Sagra della Collina e del Cinghiale”
Primo di due weekend nel verde delle colline tosco romagnole, gustando le specialità
del bosco e divertendosi con un ricco cartellone di spettacoli dal vivo. La Sagra della
Collina e del Cinghiale, dal 1988 a San Martino in Gattara, è l’appuntamento ideale per
sfuggire alla calura cittadina e al traffico della riviera.
(San Martino in Gattara – Frazione di Brisighella – Info: 328 1279539 –
http://www.sanmartino.ra.it/)

AGOSTO
sabato 05 e domenica 06 agosto 2017 – “Sagra della Collina e del Cinghiale”
Secondo weekend nel verde delle colline tosco romagnole, gustando le specialità del
bosco e divertendosi con un ricco cartellone di spettacoli dal vivo. La Sagra della Collina
e del Cinghiale, dal 1988 a San Martino in Gattara, è l’appuntamento ideale per sfuggire
alla calura cittadina e al traffico della riviera.
(San Martino in Gattara – Frazione di Brisighella – Info: 328 1279539 –
http://www.sanmartino.ra.it/)
Sabato 5 agosto 2017 – “CALICI SOTTO I TRE COLLI: le Stelle nel Borgo”
Degustazioni di vini locali d’eccellenza durante le magiche notti di S. Lorenzo. Il
borgo diventerà una cantina a cielo aperto dove le migliori produzioni vitivinicole delle
colline brisighellesi si incontreranno con l’emozionante musica del festival Strade Blu.
(Centro storico di Brisighella – Info: 0546/81166 –iat.brisighella@racine.ra.it)
Martedì 15 agosto 2017 – “Concerto di Ferragosto de La Magia del Borgo”
Concerto di Musica classica alla Pieve di S.Maria Assunta in Tiberiaco, sulla vetta più
alta della Vena del Gesso Romagnola, in cima a Monte Mauro a Zattaglia di Brisighella.
(Zattaglia – Frazione di Brisighella – uff. cultura: 0546 994415)
Venerdì 25 agosto 2017 – “Brisighella Magica”
Itinerario notturno: una passeggiata nei misteri magici del Borgo. Per informazioni: Daniela
Donati cell. 338/2787037
25 -26 -27 agosto 2017 – “Tre Giorni di Festa a Marzeno”
Weekend di festa a Marzeno con la “Tre Giorni di Festa a Marzeno”. La manifestazione si articolerà in tre giorni tra cibo, giochi per bimbi, balli e tanta musica. Funzioneranno due stand gastronomici in centro il venerdì e sabato apertura alle 19.00, la domenica alle 18.00 anche in caso di maltempo.
(Marzeno – Frazione di Brisighella – https://www.facebook.com/prolocomarzeno/)
Domenica 27 agosto 2017 – “Campionato Regionale di Corsa in Montagna”
43° Trofeo Città di Brisighella. Ritrovo in Piazza Carducci ore 09.00 per percorso km. 10 e percorsi non competitivi di km. 10-6-5-2. A cura di ASD Valdamone & GPA Brisighella per info Riccardo tel. 339/6295443 mail gallo15@libero.it

SETTEMBRE
2-3 settembre 2017 – “Raduno Sezionale Alpini Bolognese-Romagnola”
90° anniversario di fondazione del gruppo alpini Sirio Baldi di Brisighella. Ritrovo e raduno per tanti alpini del nostro territorio e amici. Fanfare, cortei e buon cibo allieteranno l’evento per le vie del centro storico. per info brisighella.bologneseromagnola@ana.it
Dal 8 al 17 settembre 2017 – “19^ mostra fotografica sociale a concorso”
A cura dei Foto Amatori Brisighellesi.
Sabato 09 settembre 2019 – “La notte dei Carioli”
I tornanti del Monticino di Brisighella protagonisti della gara dei carioli. Il percorso
dei carioli partirà dall’accesso al camminamento del Santuario del Monticino per poi, dopo due tornanti, entrare direttamente in centro storico. Il Gruppo Romagnolo Carioli, di
recente ricostituito, organizza il campionato regionale e Brisighella ne sarà la
protagonista nell’unica gara in notturna.
(Santuario del Monticino e Centro storico – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 10 settembre 2017 – “CICLOTURISTICA D’EPOCA: L’Antica Via degli
Asini”
Una cicloturistica non competitiva di tipo rievocativo storico, aperta a tutti i cicloturisti
e amatori in possesso di abbigliaemnto d’epoca o di ispirazione storica, su bici eoica o
d’ispirazione vintage. I partecipanti sono abbligati ad indossare abbigliemtno d’epoca o
d’ispirazione storica ovvero maglie e calzoncini di lana, evitando di mettere in vista
indumenti con materiali tecnici di recente manifattura. L’unico accessorio moderno di cui è obbligatorio l’utilizzo è il casco.
(Partenza e arrivo a Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 10 settembre 2017 – “ANTICA SAGRA DEL MONTICINO”
Accanto al tradizionale programma liturgico legato alla devozione alla sacra
immagine della Madonna del Monticino, Brisighella si propone con alcune interessanti
iniziative di intrattenimento: Mostre, mercato, musica e gastronomia in centro storico.
(Santuario del Monticino e Centro storico – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 24 settembre 2017 – “TRAIL IN VENA DEL GESSO – Dalla Via degli Asini
al Parco Carnè”
Trail di 16 km, un viaggio tra le eccellenze naturali del Parco Regionale della Vena del
Gesso Romagnola. Un percorso vario, duro e stimolante che dalla via degli asini
saliva su al Monticino, poi dal Carné scendeva a Vespignano per raggiungere il punto
più alto di tutta la Vena, Monte Mauro, ridiscendere sulle creste dei calanchi, ripassare da Vespignano per arrivare ancora a scalare la Croce di Rontana e precipitare di nuovo a Brisighella scendendo le 100 scale della Torre dell’orologio. Per gli amanti delle
passeggiata ci sarà invece la possibilità di un Trekking 11 km oppure il
Passeggia&Assaggia con una cammintata gustativa di 4 km tra vigneti e oliveti .
Iscrizioni dal 01/02/2017 su sito www.trailromagna.eu
(Partenza e arrivo a Brisighella – Info: ASD Trail Romagna info@trailromagna.eu)

OTTOBRE
Le domeniche 1, 8 e 15 ottobre 2017 – “45^ SAGRA DELLA POLENTA”
Se attorno ad un piatto tanto semplice quanto buono si rinnova ogni anno la Sagra della
Polenta di San Cassiano significa che quel piatto e quella polenta hanno qualcosa da
raccontare anche ai giorni nostri. Gastronomia, folclore e mostre allieteranno le prime tre
domeniche di ottobre lungo lungo la Valle del Lamone nel segno della Polenta.
(S. Cassiano Frazione di Brisighella – www.sancassiano.ra.it)
Dal 22 ottobre al 26 novembre 2017 – “Concorso mostra di ricamo d’autunno”
Una mostra vendita di ricami messi a concorso e provenienti da ogni parte d’Italia.
La mostra ha scopi benefici, i ricavi vengono devoluti in beneficenza. Gli allestimenti e
una scelta sempre molto ricercata hanno permesso di rendere questo momento davvero
tanto atteso alla difesa di una tradizione dove l’impegno, la pazienza, la sensibilità, la
creatività, insieme ad un forte spirito di coesione e volontariato vengono profusi senza
soluzione di continuità.
(Galleria d’arte Comunale – Info: 348.7604181, ceraunavoltailricamo@alice.it)
Domenica 22 ottobre 2017 – “Sagra della Porchetta di Mora Romagnola e Fiera delle
Biodiversità”
Stand gastronomico e mercatino di prodotti tipici. Una parentesi sulla produzione
autoctona delle carni appenniniche. Al Parco Ugonia, nel cuore del centro storico
brisighellese, si mettono in risalto le peculiarità di una produzioni tipica come quella dei
prodotti lavorati del suino Mora Romagnola, tra cui spicca la porchetta.
(Parco Ugonia – Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 29 ottobre 2017 – “Sagra dell’agnellone e del castrato Q.C.”
21^ edizione. Stand gastronomici, convegni ed esposizioni ovine. Le carni grigliate
ovine e caprine sono il piatto forte della sagra, un itinerario di piacere nel borgo medievale con i sapori delle carni autoctone e il recupero delle tradizioni
(Parco Ugonia – Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Martedì 31 ottobre 2017 – “La Nottte di Halloween a Brisighella: il Mistero del
Picatrix”
Dalle 20 alle 24, lungo le Vie più antiche del borgo il visitatore potrà lasciarsi trasportare
dal MISTERO DEL PICATRIX, un percorso-animiazione a tappe alla scoperta dell’arcano
in 7 punti nascosti fra riti magici, formule alchemiche e lettura del cosmo.
Cartomanti,spettacoli e mercato di Halloween faranno da cornice. Infine, da Mezzanotte
alle 2 la festa continua con un Dj set in maschera alla Rocca di Brisighella.
(Centro storico – Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)

NOVEMBRE
Le quattro domeniche di novembre 2017 – 4 sagre x 3 colli
Per le quattro domeniche di novembre, il borgo medioevale di Brisighella ospita gli
appuntamenti più golosi dell’autunno. Nel caleidoscopico mercato dei prodotti tipici
emerge ogni domenica una specialità: la prima domenica è dedicata alle saporite carni del suino, la seconda ai ritrovati sapori dei frutti dimenticati e del formaggio stagionato, la
terza al pregiato tartufo bianco e nero e l’ultima al gusto unico dell’olio nuovo:
1. Domenica 5 novembre 2017 – “Sagra del Porcello”
2. Domenica 12 novembre 2017 – “Sagra della Pera Volpina e del Formaggio
Stagionato”
3. Domenica 19 novembre 2017 – “Sagra del Tartufo”
4. Domenica 26 novembre 2017 – “Sagra dell’ulivo e dell’olio”
Domenica 5 novembre 2017 – “Sagra delle Delizie del Porcello”
La festa ripropone, infatti, l’antico rito che si svolgeva nell’aia di ogni casa colonica
con l’uccisione del maiale e la lavorazione della carne da parte di abilissimi norcini.
Questo appuntamento offre ai cultori della buona cucina la possibilità di assaggiare
gustose specialità: saporiti ciccioli, profumata coppa di testa, rosei prosciutti, salsicce e
dolce al migliaccio.
(Centro storico Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 12 novembre 2017 – “Sagra della Pera Volpina e del Formaggio
Stagionato”
Le pere volpine, piccole, tonde e dure, sono un frutto tipico della Valle del Lamone.
Vengono consumate bollite, cotte in acqua ovino, oppure al forno. La sagra contribuisce
alla loro scoperta offrendo la possibilità di riassaporarle presso i ristoranti locali e la sagra.
(Centro storico Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 19 novembre 2017 – “Sagra di Sua Maestà il Tartufo”
Il tartufo, pregiato tubero, il prodotto più ricercato della collina faentina, durante la
sagra viene abbinato ai piatti tipici della nostra tradizione preparati da abili chef presso i
ristoranti locali. In vendita il “bianco autunnale” che emana un profumo particolarmente
intenso e il tartufo “nero”.
(Centro storico Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Domenica 26 novembre 2017 – “Sagra dell’ulivo e dell’olio”
La coltivazione dell’ulivo in terra brisighellese risale a tempi antichissimi: già in epoca
romana l’ulivo era conosciuto, apprezzato e valorizzato. La sagra celebra e promuove il
ricercato olio extravergine, il “Brisighello”, olio al quale è stata assegnata la
denominazione d’origine protetta D.O.P. e il raffinato “Nobil Drupa”. Durante la festa l’olio può essere acquistato appena molito presso lo stand di Terra di Brisighella.
(Centro storico Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)

DICEMBRE
Domenica 17 dicembre 2017 – “Brisighella Luce di Natale”
L’antico borgo medioevale risplende di piccole luci che creano la magica atmosfera
invitandoti a passeggiare nel mercatino fra dolciumi, gioattoli, animazioni e bolle di
sapone. Passeggiata in slitta gratuita per tutti. Alle ore 16 Fiaccolata da Record con
partenza dal centro storico con passaggio sui Tre Colli di Brisighella. Al termine vin brulè e panettone per tutti!!!
(Centro storico Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)
Martedì 27 dicembre 2017 – “PRESEPE VIVENTE a Brisighella”
Come ormai tradizione più che trentennale per Brisighella, ritorna il Presepe Vivente, il
giorno di Santo Stefano, il 26 dicembre a partire dalle ore 17.00. Quadri viventi
rappresentano la Natività nel borgo medioevale. Il Presepe Vivente, allora come oggi
nasce da una suggestione che rimane negli occhi e nel cuore “Somiglia ad un presepe”,
un aspetto che hanno colto in tanti ammirando il magnifico panorama del borgo di
Brisighella.
(Centro storico Brisighella – Info: 0546/81166 – iat.brisighella@racine.ra.it)

PER INFORMAZIONI SUGLI EVENTI ORGANIZZATI A BRISIGHELLA:
Chiamaci al numero 0546 81166 o inviaci una email a iat.brisighella@racine.ra.it –
oppure visita il blog di Brisighella dove troverai tutte le ultime novità su eventi ed
iniziative.

Il piatto tradizionale è una minestra ripiena. Su una sfoglia di pasta fresca all’uovo viene steso un velo di ripieno – da qui il nome popolaresco di spoja lorda – a base di ricotta, raveggiolo, parmigiano, uova, noce moscata.
La sfoglia viene quindi ripiegata su se stessa, compressa e tagliata a quadrucci da cuocere nel brodo di manzo e gallina.

Il prodotto principe è l’olio extravergine di oliva che si fregia della Dop europea, ma non si possono dimenticare il formaggio conciato con stagionatura nelle grotte di gesso, la carne di Mora romagnola (un’antica razza suina autoctona) e il carciofo Moretto, tipico della zona dei calanchi.

Ristorazione

Brisighella, Cantina del Bonsignore

Ristorante Cantina del Bonsignore

Locale caratteristico, nei sotterranei di un palazzo storico. Cucina tradizionale con materie prime di stagione.

  Via Recuperati, 4/A
  +39 0546 81889

Ospitalità

Brisighella, Country Hotel

Country Hotel in Brisighella

  Convenzionato con la piscina turistica delle Terme a 50 mtr. Viale delle terme, 19
  +39 0546 81590
 info@lameriadanahotel.it
 www.lameridianahotel.it