stemma-civico-gardone-rivieraGardone Riviera
Città giardino

Comune di gardone riviera
(Provincia di Brescia)
Altitudine
m. 65 – 1.100 s.l.m.
Abitanti
2660 (350 nel Borgo)

Patrono
San Nicolò da Bari, 6 Dicembre
info turismo
Ufficio IAT Gardone di Sotto
Tel. 0365 294605
www.comune.gardoneriviera.bs.it

Lo spirito del luogo

stemma-civico-gardone-rivieraIl nome

Il toponimo è di origine longobarda: deriva dal germanico warda (“luogo di guardia”), con lo stesso significato del tardo latino garda, da cui prende nome anche il lago di Garda. A Gardone Sopra restano tracce di un castello con cappella dedicata a San Michele, l’arcangelo caro ai Longobardi.

Il Vittoriale degli Italiani – donato allo Stato italiano nel 1930 – è l’ultimo capolavoro di Gabriele D’Annunzio. Ogni ambiente di questa monumentale casa-museo, alla cui costruzione collaborarono l’architetto Gian Carlo Maroni e rinomati artisti dell’epoca, assume un valore simbolico, rappresentato dai numerosissimi oggetti che affollano le stanze, in particolare quelle della Prioria, la sua casa. Decorate anche con motti, frasi enigmatiche, citazioni letterarie, le stanze sono frutto della creatività di D’Annunzio, “tappezziere incomparabile” che desiderava “inventare” i luoghi dove viveva. Da vedere anche le statue donate da Ugo Riva. Il Vittoriale è anche spettacolo: il suo Teatro all’aperto, in grado di ospitare 1.500 persone, è sede ogni estate di una prestigiosa rassegna di prosa, balletto, operetta, cabaret e musica.
Meravigliosi parchi con piante ed essenze mediterranee circondano le ville e gli alberghi in stile liberty, coppedè o déco di Gardone. Il Giardino Hruska, appartenuto al medico e botanico Arturo Hruska che vi raccolse oltre 2mila esemplari diversi di piante, dal 1989 è diventato il Giardino Botanico della Fondazione Andrè Heller. Ne è proprietario l’artista austriaco Andrè Heller che l’ha trasformato in un luogo in cui l’arte dialoga con l’ecologia. Oltre ai moltissimi esemplari di piante, vi si trovano installazioni e sculture di artisti noti, come Keith Haring, Roy Lichtenstein, Auguste Rodin, Joan Mirò.

Piaceri e Sapori

A ricordo della Gardone della Belle Époque, si svolge tra aprile e ottobre il Liberty Festival: ne sono protagonisti, il teatro, la musica con i valzer degli Strauss e naturalmente l’operetta.
Tra settembre e ottobre, la città-giardino organizza I Giardini del Benaco, un convegno sul paesaggio che si accompagna all’ormai consolidata rassegna I suoni e i sapori del Garda, di cui Gardone è una delle tappe principali.

I piatti locali, da richiedere nei ristoranti, sono il pesce di lago e lo spiedo bresciano, a base di coniglio, maiale o pollo. In alternativa, polenta e osèi (uccellini).

Ristorazione

Gardone, Osteria

Ristorante Sans Souci

Nella calda atmosfera di un locale dell’ 800, personale e chef vi proporranno una cucina ricercata, con prodotti locali e freschissimi. Camino per le grigliate in inverno e terrazza per le serate estive.

 Vicolo al Lago, 12
  +39 0365 22035

Ospitalità

Gardone, appartamenti

Appartamento Centro Storico

Elegante, vicino al Vittoriale. Soggiorno, cucina, due camere, due bagni, terrazza vista lago.

  Via Dosso 28
  +39 348 7782282
 appartamentocentrostorico28@gmail.com

Ospitalità

Hotel Villa Florida

Hotel Villa Florida**** e Villa Rosenhof 1893*** 

In splendida posizione panoramica e circondato da un grande bio-uliveto con agrumi. Lezioni private di cucina del Garda e pasticceria con chef professionista. Piccoli eventi di charme.

.

  Corso Zanardelli 113
0365 21836
www.hotelvillaflorida.com