Pagina in costruzione

http://www.comune.gaeta.lt.it/

 

ALLA SCOPERTA DI GAETA E DEL SUO PATRIMONIO CULTURALE
Scoprire le bellezze della città di Gaeta è certamente una sorpresa. Un lembo di terra che
si protrae nel mar Tirreno che offre mille panorami e suggestive visioni destinati ad un
viaggiatore curioso ed appassionato.
Il territorio italiano è custode di una
tradizione culturale e di un patrimonio
storico-artistico di inestimabile valore:
dall’antichità classica romana, alla
civiltà cristiana; dalle invasioni
barbariche a quelle islamiche; dal
particolarismo politico-culturale all’età
dei comuni e delle Signorie; dalle città
stato allo stato moderno e
contemporaneo. Questo particolarismo e
pluralismo storico si manifesta, in modo
evidente e palese, nelle opere
architettoniche e monumentali. Gaeta si
mostra polo turistico della Roma
senatoria ma anche terra paleocristiana, coacervo di autentica religione;
terra delle contese storiche, custode del
sepolcro di Erasmo e sede del
monachesimo di Nilo; una città di
confine tra la ragion di stato pontificia e
le tendenze ambizionistiche degli ipati
medioevali, tra le diplomazie degli Angiò
e quelle d’Aragona non
senza tralasciare la furia longobarda, il dominio Normanno e la pirateria saracena.
Un paesaggio dalla storia millenaria, attraversato dalla via Appia e residenza
balneare di patrizi Romani che dimoravano nelle ville di Formia, come l’oratore Cicerone.
Coste frastagliate dove i Saraceni conobbero cocenti sconfitte, come nella battaglia sul
Garigliano del 915. Terra dove angioini ed aragonesi gareggiarono per il potere edificando
numerosi castelli, come la
fortezza a Gaeta, che sotto la famiglia reale dei Borbone divenne la punta di diamante del
Regno delle Due Sicilie.